Bellitalia in bici: percorsi e piste ciclabili in Italia

Bellitaliainbici - Percorsi e piste ciclabili in ItaliaAlcune cose nascono per caso, senza una precisa idea di partenza. Bellitaliainbici.it è probabilmente la fortunata conseguenza di una di queste situazioni impreviste.
Nel 2005 Oscar Cadore - in seguito all’incontro con un ex collega appassionato di bici - decide di percorrere un tracciato ciclabile fra i più noti in Lombardia: la “Peschiera del Garda - Mantova”. Il recente acquisto di una mountain bike trasforma l’occasione in un’opportunità: quella di saggiare la robustezza della nuova MTB sui quasi 90 km di percorrenza, dei quali una decina in sterrato (all’epoca la ciclabile non era completamente asfaltata).

Durante la pedalata, avvalendosi di una modesta macchina fotografica digitale compatta, Cadore cattura diverse immagini dei punti cruciali del percorso ciclabile; in seguito - avendo già a disposizione uno spazio web personale riservato ad altri argomenti - decide di caricare una nuova pagina pubblicando il report della gita effettuata lungo la ciclabile “Peschiera - Mantova”.
Con il trascorrere del tempo, monitorando le statistiche relative agli accessi, il webmaster delle due ruote osserva un incremento consistente del flusso di visitatori: ecco che la “cosa nata per caso” si trasforma in un progetto più strutturato; Cadore sostituisce la vecchia digitale con un modello più avanzato della stessa serie e aggiunge le cronache di nuovi percorsi ciclabili, iniziando da quello del Naviglio Martesana, da Milano a Lecco, suddiviso in più tratte.

Bellitaliainbici è curato da Oscar Cadore - report invernale a Livigno a -17 gradi

L’aspetto distintivo dei report è la presenza di numerose immagini illustranti tutto ciò che possa documentare il percorso, che pongono in rilievo le vedute e le descrizioni degli ambienti; molta cura è dedicata ad impressioni personali e cenni storici relativi ai paesi attraversati, piuttosto che alle tipiche indicazioni fornite in eccessiva abbondanza da alcuni siti più tecnici.

Servendosi di un portatile Apple che potremmo definire “veterano” e di un software per l’impaginazione web altrettanto attempato, Cadore produce periodicamente nuovi report, provvedendo anche ad apportare variazioni ed integrazioni ai percorsi già pubblicati.
Con il passare degli anni la quantità dei report disponibili cresce esponenzialmente, così come gli assensi dei numerosi lettori, che rinvigoriscono nell’autore la passione e l’impegno nell’iniziativa. Pregiati commenti di apprezzamento vengono espressi da alcuni primi cittadini, in particolare dai sindaci di Lecco, Morbegno, Trescore Balneario, Ponte di Legno, Vignate, dagli Assessori al turismo del Comune di Rodano, Zelo Buon Persico, Settala e Varese, da rappresentanti della Valchiavenna e della Regione Lombardia.

Quando lo spazio dedicato alla pagina dei percorsi e delle piste ciclabili comincia a farsi così stretto da costringere l’ideatore alla rimozione di alcuni file per far posto ai nuovi contributi, la decisione di creare un nuovo sito da dedicare esclusivamente agli itinerari per le due ruote appare improrogabile. La necessità di acquisire un nuovo dominio si scontra però con la notorietà già consolidata dalla vecchia pagina: occorre trovare un nome che sia idoneo a rappresentare il lavoro svolto sino a quel momento. L’idea di “Bellitaliainbici” racchiude perfettamente in un unica parola il senso del sito: far conoscere al pubblico i più bei scorci della nostra bella Italia mettendo a disposizione degli utenti le informazioni basilari per poterlo fare in bicicletta.
Il 15 Agosto 2010 nasce così Bellitaliainbici.it. Il nuovo sito eredita i 60 reports antecedenti a questa data, e conosce una nuova fase di crescita grazie alla pubblicazione di nuovi itinerari. La struttura del sito rimane fedele alla versione originale, con l’aggiunta di schede tecniche riassuntive dei dati salienti del percorso e di un raggruppamento dei contenuti per regioni e provincie.

Veduta sul lago di Como dalle stalle di Camaggiore - foto di Oscar Cadore

La copertura attuale non abbraccia tutte le regioni, concentrandosi maggiormente sul nord della penisola: è una lacuna, ma occorre considerare che dietro al sito c’è l’impegno di una sola persona, che si fa carico di tutte le spese e non ha sponsor. Rimane immutato l’impegno nel portare avanti questa iniziativa, la cui formula sta avendo successo anche all’estero: tra le idee in cantiere vi è il ricorso ad aiuti esterni per la traduzione dei testi in diverse lingue, per rendere le descrizioni dei percorsi più accessibile ai molti utenti stranieri.

Le statistiche evidenziano infatti visite provenienti da decine di paesi nel mondo: nelle prime posizioni si attestano Germania, Regno Unito e Olanda, ma anche dalle nazioni confinanti vengono consultati i report di Bellitaliainbici, come testimoniano gli accessi numerosi da Svizzera e Francia.
Sotto questo aspetto si accusa forse lo scarso impegno di Comuni, Provincie, Regioni ed altri Enti locali che, una volta venuti a conoscenza dell’esistenza dei report che descrivono le bellezze dei nostri territori, non forniscono alcun supporto per la diffusione degli itinerari.

Nonostante si tratti di un piccolo sito autogestito, i risultati statistici sono incoraggianti e i report delle ciclabili raggiungono quote di visite dell’ordine delle decine di migliaia, ritagliando anche una buona fetta di utenza straniera.

Percorsi e piste ciclabili consigliati in Valle Seriana e provincia di Bergamo

Bellitaliainbici ha realizzato anche alcuni report dedicati a tracciati ciclabili in Valle Seriana. Ecco l’elenco dei suggestivi itinerari proposti sul nostro territorio:

siti di qualità raccomandati da vivisulserio

Titolo del sito: Bellitaliainbici.it
Argomento: percorsi per mountain bike in Provincia di Bergamo

ViviSulSerio è un portale web che, per il suo funzionamento, non può prescindere dall'utilizzo dei cookies, piccoli file impiegati per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti, consentire l'interazione con i social network, gestire i dati statistici di accesso al sito, ecc. La recente normativa EU Cookie Law obbliga i siti web a pubblicare un avviso come questo per avvertire gli utenti dell'utilizzo dei cookies. Se lo desideri, puoi approfondire il tema consultando la nostra pagina privacy policy, oppure puoi proseguire la navigazione facendo clic su OK!