The floating piers, la passerella di Christo sul Lago d'Iseo

the floating piers lake iseo 2016The floating piers è il nome dell'ambiziosa installazione temporanea che l'artista Christo realizzò nell'estate del 2016 sul Lago d'Iseo. Si trattava di una passerella galleggiante della lunghezza di oltre 4 km composta da elementi combinati tra loro come le tessere di un puzzle e fasciati da una copertura di tessuto giallo-arancio. La passatoia, larga 16 metri e alta circa 50 centimetri nella parte centrale, digradava ai lati fino a pelo d'acqua.

Tutti gli allestimenti più imponenti di Christo richiamano un pubblico internazionale e The floating piers non fece eccezione; la passerella godeva di un valore aggiunto rispetto alle più comuni installazioni di land art: il ponte sul Sebino era un'opera da ammirare e immortalare, ma anche da vivere e condividere, potendo essere attraversata provando l'emozione di "camminare" sulle acque del lago.

Il piano per la sicurezza approvato dal prefetto mise in campo oltre 200 addetti per garantire l'incolumità delle decine di migliaia di camminatori attesi ogni giorno sulla passerella, che al termine della kermesse fu smontata e interamente riciclata nel rispetto dell'equilibrio arte - cultura - natura che ispira molti artisti contemporanei.

la passerella temporanea che congiunge Sulzano a Montisola è opera dell'artista Christo

DOVE?

La passerella congiungeva Sulzano alla costa di Monte Isola in territorio di Peschiera Maraglio, abbracciava il tratto sud del litorale risalendo fino all'abitato di Sensole e fendeva nuovamente i flutti lacustri fino a circumnavigare la piccola Isola di San Paolo, patrimonio della famiglia Beretta proprietaria dell'omonima Fabbrica d'Armi.

the floating piers lake iseo where

L'opera The Floating Piers fu concepita da Christo e Jeanne-Claude nel 1970, decisi a realizzare una banchina sospesa a pelo d'acqua. La prima location selezionata era in Argentina, sul Río de la Plata, ma la coppia non ottenne i permessi necessari. Venticinque anni dopo anche il Giappone negò l'autorizzazione per l'installazione della passerella a Tokyo. Nel 2014 Christo riconobbe il Lago d'Iseo come l'ambientazione più suggestiva per realizzare la sua visione.

I 90.000 metri quadrati di tessuto tecnico dalla caratteristica tinta arancione cangiante necessario per il rivestimento completo della banchina galleggiante furono realizzati dall'azienda tedesca Setex, con sede a Greven, nella Renania settentrionale.

I test sugli elementi galleggianti della struttura di Floating Piers vennero condotti sulle acque del Mar Nero in Bulgaria, terra natale dell'artista Christo.

QUANDO?

Ad eccezione di alcune chiusure temporanee, anche limitate a singoli tratti della passerella, l'installazione fu liberamente accessibile dal 18 giugno al 3 luglio 2016.

the floating piers lake iseo when

I primi sopralluoghi dell'artista sul Lago d'Iseo furono compiuti nel settembre del 2014. Nel corso del 2015 la macchina organizzativa si mise in moto, e in seguito al rilascio delle autorizzazioni, il progetto iniziò rapidamente a concretizzarsi.

Nel gennaio del 2016 in località Pilzone di Iseo i primi moduli componibili vennero messi in acqua a formare strutture via via più ampie.

CHI?

Christo (si pronuncia Cristó) è lo pseudonimo dell'artista bulgaro Christo Vladimirov Yavachev, classe 1935. Nel 1958 incontrò a Parigi la marocchina Jeanne-Claude Denat de Guillebon, nata il suo stesso giorno. Fu il destino a incrociare le vite dei due artisti: i due non si separarono mai, dando vita ad un sodalizio artistico che li tributò tra i maggiori rappresentanti della land art.

Christo e Jeanne-Claude intervenivano sull'ambiente naturale o urbano stravolgendone l'aspetto: alcune delle installazioni più celebri sono accomunate dall'impiego di tessuto, con il quale monumenti e paesaggi venivano provvisoriamente "imballati".
Dalla Germania al Colorado, Dalla Florida alla Francia a New York, le visioni di Christo richiedono anni di progettazione e lavori preparatori, pur essendo destinate a rimanere allestite per poche settimane. La natura effimera delle grandiose installazioni e la fama sempre crescente dell'artista bulgaro-americano suscitano stupore e interesse: ai fedeli ammiratori disposti ad attraversare il mondo per contemplare le opere di Christo si aggiungono turisti e semplici curiosi desiderosi di vivere un'esperienza unica e fugace, consapevoli che mai più ritornerà. Si stima che il Palazzo del Reichstag di Berlino impacchettato per due settimane nel giugno del 1995 da Christo dopo una genesi di 24 anni richiamò circa 9 milioni di visitatori.

the floating piers lake iseo who

Christo ha i suoi comandamenti: rifiutare denaro e sponsorizzazioni gli consente di poter lavorare in totale libertà, senza che la sua arte sia alterata o compromessa da interferenze esterne. Anche nel caso de "The floating piers" l'intero costo dell'opera compresi i permessi, la realizzazione dei materiali, l'installazione e la rimozione del progetto fu sostenuto dall'artista. Non furono accettate sponsorizzazioni di alcun genere, non fu previsto un biglietto di ingresso né accettato il lavoro volontario.

la passerella temporanea che congiunge Sulzano a Montisola è opera dell'artista Christo

L'OPPORTUNITÀ

A pochi mesi dall'apertura dell'installazione, siti internet e blog stranieri titolarono The world is about to discover the wonders of Lake Iseo (il mondo è in procinto di scoprire le meraviglie del Lago d'Iseo), fornendo indicazioni utili e segnalando la vicinanza degli aeroporti di Bergamo e Brescia.

Le strutture ricettive del Sebino e della Franciacorta segnalarono il tutto esaurito per il periodo dell'installazione, che qualcuno ribattezzò come l'Expo del Sebino. Nella cabina di regia si respiravano la consapevolezza e la responsabilità di dover sfruttare un'occasione irripetibile, e si registrarono alcune polemiche per i prezzi gonfiati. I rincari furono il ragionevole risultato delle leggi di domanda/offerta, ma si impose di mantenere prezzi accessibili e di non "spennare" i turisti: l'obiettivo condiviso fu quello di convincere gli ospiti a tornare presto sulle sponde del lago per godere delle sue bellezze, facendo tesoro di quell'opportunità per prolungarne i vantaggi alle stagioni future.

Oltre ai benefici diretti costituiti dal fatturato generato dall'imponente flusso turistico, l'opera The floating piers offrì altre ricadute positive per il territorio: la Regione finanziò l'acquisto di un nuovo battello ibrido, per consentire al traffico lacustre di evolversi in modo più sostenibile. Le corse su rotaia furono regolate da un piano straordinario, mentre numerose navette vennero attivate per garantire gli spostamenti tra la Franciacorta, Iseo e Marone. Un servizio di bikesharing congiungeva Iseo e Pisogne: i turisti più in forma poterono così ammirare le meraviglie della costa sulle due ruote, prima ancora di posare i piedi sulla passerella di Christo.

Lo slogan del G16, il consorzio dei Comuni che si affacciano sul Sebino è "Lago d'Iseo, sull'onda delle meraviglie": il bacino, incantevole e romantico, è incastonato tra monti e colline, fucina di itinerari storico artistici e animato da eventi, sagre e festival lungo l'intero arco dell'anno. Esisteva forse un posto più incantevole per camminare sulle acque?

la passerella temporanea che congiunge Sulzano a Montisola è opera dell'artista Christo

Nell'infografica curata da ViviSulSerio, tutti i numeri e le curiosità sull'opera del visionario artista Christo, realizzata nel periodo antecedente l'inaugurazione. Se dopo uno sguardo all'immagine permanessero dubbi, rivolgi le tue domande a ViviSulSerio nei principali social network: avrai tutte le risposte! Una versione dell'immagine a risoluzione più elevata è disponibile su Pinterest facendo clic sull'infografica seguente. Buon divertimento!

the floating piers christo infografica

Con il consenso espresso dagli organizzatori all'accesso alla passerella per gli amici a quattro zampe, venne data "luce verde" per i cani, che poterono condividere questa curiosa esperienza insieme ai loro padroni, purché dotati di guinzaglio e museruola. Il personale impiegato nel garantire la sicurezza dei passeggiatori vietò le corse, gli skateboard e i pattini, le biciclette e l'accesso al pontile con scarpe con tacco alto. Non fu consentito a natanti e imbarcazioni non espressamente autorizzate l'avvicinamento alla passerella; furono vietati i tuffi in acqua e scoraggiati i piedi a mollo, per evitare cadute in acqua accidentali.

Tante immagini correlate ai lavori di preparazione per The Floating Piers, i bozzetti preparatori, il cantiere sul Lago d'Iseo, i retroscena e lo scenario sono raccolte nella bacheca di Pinterest che ViviSulSerio ha dedicato all'evento. Diventa follower di ViviSulSerio nel social delle immagini e delle idee creative! 

la passerella temporanea che congiunge Sulzano a Montisola è opera dell'artista Christo

Approfondimenti

ViviSulSerio è un portale web che, per il suo funzionamento, non può prescindere dall'utilizzo dei cookies, piccoli file impiegati per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti, consentire l'interazione con i social network, gestire i dati statistici di accesso al sito, ecc. La recente normativa EU Cookie Law obbliga i siti web a pubblicare un avviso come questo per avvertire gli utenti dell'utilizzo dei cookies. Se lo desideri, puoi approfondire il tema consultando la nostra pagina privacy policy, oppure puoi proseguire la navigazione facendo clic su OK!