No alla chiusura del punto nascita di Piario!

Informati e firma la petizione. Il punto nascita di Piario è il simbolo di una montagna che reclama il diritto di avere prestazioni di qualità.

Ci sono diverse buone ragioni per sostenere la petizione "No alla chiusura del punto nascita di Piario", lanciata lo scorso 14 giugno per scongiurare la chiusura annunciata del punto nascita di Piario, presso l'Ospedale Locatelli. Molte si possono leggere nel testo della petizione disponibile su change.org, o nel sito appositamente costituito:

https://www.piariononsitocca.it/

Altre posso attingerle dall'esperienza personale. I miei tre figli sono nati in quella struttura negli ultimi 7 anni: ho conosciuto personale preparato ed eccezionalmente disponibile. Mia moglie ha ricevuto tutta l'assistenza e la cura di cui avesse bisogno, anche in occasione dei delicati interventi di taglio cesareo d'urgenza. Il corso preparto e l'assistenza post-partum hanno fornito un sostegno alla nostra famiglia nascente nel momento più delicato.

Per gli abitanti dell'Alta Valle i presidi di Seriate, Alzano e Bergamo appaiono lontani, soprattutto in funzione della viabilità spesso intasata in direzione del capoluogo. Di recente la prontezza e la preparazione dello staff di Piario sono state determinanti nel consentire ad un'amica di dare alla luce la sua bambina in circostanze di emergenza. Quanti episodi simili interessano i nostri conterranei che non vogliono rassegnarsi ad abbandonare la montagna?

Altre persone care, parenti e conoscenti, sono in dolce attesa ed esprimono preoccupazione in relazione all'eventualità di perdere un punto di riferimento così importante.

L'ultimo spunto di riflessione, considerato lo spazio occupato sulle pagine di ViviSulSerio, è d'obbligo e riguarda l'attrattività turistica del nostro territorio. Siamo tutti consapevoli della necessità di proseguire nell'attività di riconversione economica della Valle: molti operatori sono impegnati duramente per valorizzare le eccezionali ricchezze, naturali e non, di cui fortunatamente disponiamo. Ma una meta è tanto più appetibile quanto più le persone che ci vivono hanno a disposizione servizi di qualità. Un territorio che perde servizi, che cede allo spopolamento, in cui la politica non dia il giusto sostegno alle famiglie, inevitabilmente perderà appeal.

A mio parere il punto nascita di Piario non andrebbe chiuso: copre un bacino di utenza potenziale sufficiente a raggiungere i numeri imposti dalla legge (opinabile che sia). Interventi di miglioramento per la gestione delle emergenze, un pronto soccorso pediatrico e personale sempre aggiornato ed efficiente da impiegare a rotazione su più strutture del territorio, aiuterebbero a convincere le mamme che ad ora si sentono (più o meno a ragione) più tutelate in altre strutture.

Firma la petizione, condividila, o dì la tua sull'argomento!

https://www.change.org/p/presidente-di-regione-lombardia-no-alla-chiusura-del-punto-nascita-di-piario

ViviSulSerio è un portale web che, per il suo funzionamento, non può prescindere dall'utilizzo dei cookies, piccoli file impiegati per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti, consentire l'interazione con i social network, gestire i dati statistici di accesso al sito, ecc. La recente normativa EU Cookie Law obbliga i siti web a pubblicare un avviso come questo per avvertire gli utenti dell'utilizzo dei cookies. Se lo desideri, puoi approfondire il tema consultando la nostra pagina privacy policy, oppure puoi proseguire la navigazione facendo clic su OK!